O p e r e   d i   p i t t u r a

1982

Chissà che è l'Arte. Comunque, gode dei medesimi diritti di un atto storico e, che si voglia o meno parlare di storia, occorre che essa Arte divenga dalla volontà e dalla necessità della gente.

Occorre misurare la decantata libertà dell'artista come "utile comune richiesta" che non può sempre, non dovrebbe mai, trovare soddifazione nel "preparato".

Ciò, quando è ormai archiviato il fallimento dell'industria come promotrice e pilota di una sognata "espressione" non perfettibile oltre (altro che neoclassico!); quando si è persino rinunciato ad affidare al "gesto" ciò che dura ben oltre l'esaurirsi del gesto stesso. Questa mostra è verifica consapevole.    

                                                                                                                                                                                      Cosmo Sallustio

ACQUARELLO

PENNA
 

OLIO

Natura morta

1990 Olio su legno cm 93x39